FANDOM


Rumiko Kuhou
Rumiko Kuhou primo piano
Kanji

久宝・るみ子

Rōmaji

Kuhō Rumiko

Prima apparizione

Capitolo 3

Occupazione

Poliziotta

Affiliazioni

Centrale di Polizia;
C19 (temporaneamente);
Enkeijima (temporaneamente)


Rumiko Kuhou è un'agente di polizia.

Aspetto Modifica

È una donna di media statura con grandi occhi viola dalle sfumature grigiastre e capelli lisci di colore blu scuro tagliati a caschetto. Porta sempre gli occhiali. Sull'isola Enkeijima ottiene un volto simile a quello di un insetto.

Carattere Modifica

Sin dal loro primo incontro Kuhou è stata terrorizzata da Fran Madaraki.

Storia Modifica

Un giorno all'agente Kuhou venne affidato un caso difficilissimo: in poco tempo molte parti del corpo appartenute alla stessa persona erano state sparse per la città. Allora il suo collega, l'agente Tsuyu, le propose di chiedere aiuto a Fran. Grazie all'aiuto di Fragon Fran trovò la proprietaria delle parti del corpo e la portò alla tenuta, dove le asportò i tumori maligni responsabili della malattia che le faceva crescere nuovi arti ed organi su tutto il corpo. Poco dopo però le condizioni della ragazza peggiorarono, mentre l'agente Kuhou portò i tumori recisi alla centrale di polizia.[1]

Rumiko Kuhou killer

Kuhou alla caccia di Youka

Kuhou si imbatté nell'omicidio di Youka Izumiya, che però si rivelò un esperimento di Fran. Kuhou poi venne operata da Fran e trasformata in un killer di Youka; infatti le uccise tutte tranne una che era incapace di moltiplicarsi.[2]

Dopo dieci anni di latitanza Osamu Kunikita venne condannato a morte ma resuscitò dopo l'impiccagione ed anche dopo l'iniezione letale. Venne così deciso di chiedere aiuto a Fran Madaraki, a cui venne assegnata come guida l'agente Kuhou. Fran e gli altri scienziati proposero di mantenere in vita Osamu per esaminarlo ma la data della terza esecuzione ormai era stata decisa. Osamu venne smembrato con una motosega ma Fran, insieme all'agente Kuhou legata ed imbavagliata e Veronica Madaraki, irrompette nella struttura e lo operò. L'uomo fuggì durante una tempesta e morì colpito da un fulmine.[3]

Dopo il controllo mensile a Gavrill Madaraki, il professor Amatsuka venne aggredito. Fran si prese cura di lui mentre Gavrill andò in America per uccidere i responsabili. Uno di questi, il senatore Barry, chiese aiuto a Fran per neutralizzare Gavrill senza però rivelarle il motivo. Fran allora fece rapire l'agente Kuhou mentre Barry attirò Gavrill su un'isola deserta, dove erano presenti millecentosessantotto cloni di Kuhou. Intanto che Gavrill si sfogava uccidendo le Kuhou, Fran era su un aereo insieme a Barry e gli fece intendere di sapere ciò che aveva fatto al professor Amatsuka.[4]

Le Kuhou formarono un esercito e Gavrill continuò ad ucciderle. Presto però vennero sganciate delle bombe sull'isola al fine di uccidere Gavrill, che però fu l'unica sopravvissuta.[5]

In città molte persone vennero aggredite da un misterioso cannibale e l'agente Kuhou chiese aiuto a Fran, che scoprì che tutte le vittime avevano in comune il lupus eritematoso. Dopo alcune ricerche venne accusata una ragazza in lista d'attesa per trapianti multipli, Erika Nogizaka, che raccontò la propria storia a Fran. Fran si offrì di occuparsi dei trapianti di Erika ma la ragazza sviluppò una malattia degenerativa cerebrale.[6]

Rumiko Kuhou mostro

Kuhou dopo l'operazione ad Enkeijima

Per investigare sul ricco Tadashi Matsumae, proprietario dell'isola Enkeijima nel mare interno di Seto, l'agente Kuhou e Fran vennero mandate sulla sua isola, dove trovarono una finta città costruita da Matsumae per vivere come aveva sempre desiderato. Questa città era piena di ragazze di ogni tipo ottenute dai corpo artificiali dei cloni di Kuhou, che quando lo venne a sapere impazzì e gli sceneggiatori che si occupavano di pianificare la vita quotidiana di Matsumae decidettero di farle il lavaggio del cervello pensando che fosse una dei cloni.[7] Durante un intervento scappò dalla sala operatoria ed uccise molti cloni per poi rapire Matsumae. Dopo essere fuggita alle creature di Fran Kuhou portò Matsumae in cima ad un edificio e minacciò di ucciderlo. Un cecchino le sparò e lei cadde. Mentre era in ospedale ricevette la visita di Matsumae, innamoratosi di lei.[8]

L'amica di Veronica Hotaru Miyake venne trovata morta e l'agente Kuhou si occupò del caso, che sembrava un omicidio a porte chiuse. Quando Veronica decise di investigare da sola Kuhou lo riferì a Fran.[9]

Durante la costruzione di una nuova ala di ricerca un laser agli ioni colpì Fran, che supervisionava i lavori, e la separò in due metà perfette, che svilupparono personalità completamente diverse. La metà destra fuggì e venne assunta presso l'ospedale Higashi-Mori, dove divenne famosa per le sue incredibili abilità mediche. La sua ingenuità però la portò ad una pessima reputazione per l'ospedale finché la metà sinistra la raggiunse e le due tornarono ad essere una sola. Fran consegnò tutti i documenti e le prove all'agente Kuhou per risolvere la faccenda senza fare il suo nome.[10]


Note Modifica

Navigazione Modifica